I SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE IN ITALIA


I servizi di traduzione e interpretariato, pur nella difficile situazione economica globale, nello scorso anno hanno fatto registrare un fatturato di circa 58 miliardi di euro.

traduzioniitalia

Il settore, a dire il vero, è in crescita da diversi anni (nel 2017 erano circa 44 i miliardi di euro di fatturato) e vede tra le aree di maggior richiesta quella dell’apprendimento online, che continua a mostrare una dinamica di grande espansione. Una crescita dovuta soprattutto alla crescente internazionalizzazione delle aziende, che necessitano sempre più di una presenza linguistica e culturale di alto livello. Nella classificazione Ateco 2007 il gruppo 74.3 è quello che raccoglie gli operatori che forniscono servizi di interpretariato e traduzione. Nell'approfondimento di questo mese ci concentreremo proprio su questo specifico settore, per capire meglio qual è la situazione di questo mercato in Italia.

La distribuzione territoriale dei servizi di interpretariato e traduzione

Da un punto di vista territoriale le oltre 2mila imprese della popolazione dei servizi di interpretariato e traduzione sono localizzate prevalentemente nelle regioni dell’Italia centrale (il 40,2% del totale). Il restante 59,8% si divide tra Nord-Ovest (31%), Nord-Est (18,4%), Sud (7,5%) e Isole (2,9%).

Il Lazio con il 29,4% è la regione con la più alta concentrazione di servizi di traduzione e interpretariato in Italia. Completano la classifica Lombardia (19,4%), Emilia-Romagna (8,6%), Piemonte (8,2%), Toscana (7,1%), Veneto (6,8%), Liguria (3,3%), Puglia (2,6%), Marche (2,5%), Campania (2,1%), Sicilia (2,1%), Friuli-Venezia Giulia (1,8%), Abruzzo (1,6%), Trentino-Alto Adige (1,3%), Umbria (1,3%), Calabria (0,8%), Sardegna (0,8%), Basilicata (0,1%), Molise (0,1%) e Valle d’Aosta (0,1%).

Le caratteristiche del tessuto imprenditoriale del settore

Le maglie del settore dei servizi di traduzione e interpretariato sono formate in gran parte da microimprese, ossia realtà con un fatturato annuo inferiore a 2 milioni di euro e che impiegano meno di dieci dipendenti. In termini occupazionali l’86,5% delle attività imprenditoriali dà lavoro a meno di due persone, mentre solo il 6,7% ne impiega tre o più.

Il settore è formato in gran parte da ditte individuali: circa sette servizi di traduzione e interpretariato su dieci, il 68,6% circa del settore, infatti, sono imprese con forma giuridica individuale. Il restante 31,4%, invece, si divide tra le società di persone (13,6%), le società di capitali (16,5%) e le altre forme societarie (1,3%).

Se ci si concentra sull’anzianità, quella che emerge è la fotografia di un settore tendenzialmente giovane e in costante crescita sotto il profilo demografico. Infatti, circa sei attività su dieci, il 61,5%, ha iniziato la sua attività negli ultimi dieci anni (il 31,8% tra il 2012 e il 2017 e il 29,7% tra il 2018 e oggi). In particolare, è interessante il numero di nuove imprese che sono nate nell’ultimo anno, con una variazione del 4,5% circa.

Nella classifica dei servizi di interpretariato e traduzione con il fatturato maggiore troviamo:

  1. Translated Srl
  2. Star7 Spa
  3. ITC Interpreti e Traduttori in Cooperativa società cooperativa
  4. Acolad Italy Srl
  5. Transperfect Translation Srl
  6. Logos Italia Srl
  7. Globe Group Srl
  8. SDL Italia Srl unipersonale
  9. Aglatech 14 Spa
  10. Welocalize Italy Srl

I SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE IN ITALIA


I servizi di traduzione e interpretariato, pur nella difficile situazione economica globale, nello scorso anno hanno fatto registrare un fatturato di circa 58 miliardi di euro.

traduzioniitalia

Il settore, a dire il vero, è in crescita da diversi anni (nel 2017 erano circa 44 i miliardi di euro di fatturato) e vede tra le aree di maggior richiesta quella dell’apprendimento online, che continua a mostrare una dinamica di grande espansione. Una crescita dovuta soprattutto alla crescente internazionalizzazione delle aziende, che necessitano sempre più di una presenza linguistica e culturale di alto livello. Nella classificazione Ateco 2007 il gruppo 74.3 è quello che raccoglie gli operatori che forniscono servizi di interpretariato e traduzione. Nell'approfondimento di questo mese ci concentreremo proprio su questo specifico settore, per capire meglio qual è la situazione di questo mercato in Italia.

La distribuzione territoriale dei servizi di interpretariato e traduzione

Da un punto di vista territoriale le oltre 2mila imprese della popolazione dei servizi di interpretariato e traduzione sono localizzate prevalentemente nelle regioni dell’Italia centrale (il 40,2% del totale). Il restante 59,8% si divide tra Nord-Ovest (31%), Nord-Est (18,4%), Sud (7,5%) e Isole (2,9%).

Il Lazio con il 29,4% è la regione con la più alta concentrazione di servizi di traduzione e interpretariato in Italia. Completano la classifica Lombardia (19,4%), Emilia-Romagna (8,6%), Piemonte (8,2%), Toscana (7,1%), Veneto (6,8%), Liguria (3,3%), Puglia (2,6%), Marche (2,5%), Campania (2,1%), Sicilia (2,1%), Friuli-Venezia Giulia (1,8%), Abruzzo (1,6%), Trentino-Alto Adige (1,3%), Umbria (1,3%), Calabria (0,8%), Sardegna (0,8%), Basilicata (0,1%), Molise (0,1%) e Valle d’Aosta (0,1%).

Le caratteristiche del tessuto imprenditoriale del settore

Le maglie del settore dei servizi di traduzione e interpretariato sono formate in gran parte da microimprese, ossia realtà con un fatturato annuo inferiore a 2 milioni di euro e che impiegano meno di dieci dipendenti. In termini occupazionali l’86,5% delle attività imprenditoriali dà lavoro a meno di due persone, mentre solo il 6,7% ne impiega tre o più.

Il settore è formato in gran parte da ditte individuali: circa sette servizi di traduzione e interpretariato su dieci, il 68,6% circa del settore, infatti, sono imprese con forma giuridica individuale. Il restante 31,4%, invece, si divide tra le società di persone (13,6%), le società di capitali (16,5%) e le altre forme societarie (1,3%).

Se ci si concentra sull’anzianità, quella che emerge è la fotografia di un settore tendenzialmente giovane e in costante crescita sotto il profilo demografico. Infatti, circa sei attività su dieci, il 61,5%, ha iniziato la sua attività negli ultimi dieci anni (il 31,8% tra il 2012 e il 2017 e il 29,7% tra il 2018 e oggi). In particolare, è interessante il numero di nuove imprese che sono nate nell’ultimo anno, con una variazione del 4,5% circa.

Nella classifica dei servizi di interpretariato e traduzione con il fatturato maggiore troviamo:

  1. Translated Srl
  2. Star7 Spa
  3. ITC Interpreti e Traduttori in Cooperativa società cooperativa
  4. Acolad Italy Srl
  5. Transperfect Translation Srl
  6. Logos Italia Srl
  7. Globe Group Srl
  8. SDL Italia Srl unipersonale
  9. Aglatech 14 Spa
  10. Welocalize Italy Srl